La scuola Carla Strauss

Metis ospita e collabora da più di quarant’anni con la Scuola Carla Strauss.

Il valore storico e scientifico del rapporto Metis/Strauss nasce dalla vicendevole disponibilità al confronto.

A Milano i corsi di Carla Strauss sono stati seguiti da persone di ogni ceto e età: corsi fini e delicati caldi affettivi preziosi.

Negli anni 80 la  mitica fondatrice della Scuola,  chiamata da Gemma Martino a dare testimonianza dei suoi corsi all’interno dell’Istituto dei Tumori,  stupì i terapisti della riabilitazione per i metodi da lei usati durante le sedute di movimento: la voce, il ritmo, il gesto, il silenzio, l’impiego di strumenti d’Orff.

Carla a sua volta era affascinata da come le donne appena operate seguivano in ospedale i consigli di movimento dei terapisti.

Sotto il controllo di questi sanitari imparò che i limiti al movimento potevano essere superati e ricreati. Con loro inventò e riadattò alcuni  schemi fisici e ritmici delle sue lezioni sviluppando un protocollo riabilitativo postchirurgico che rese omogenei i laboratori del movimento sia in ospedale che negli spazi cittadini.

In via Brera c’era una sintonia inclusiva e creativa che velocizzava il sentimento di recupero psicocorporeo e sociale delle persone in fase postoperatoria.

Nelle palestre del benessere, condotte da persone illuminate, non vi erano più etichette di malattia nè proibizioni al movimento.

 

Dott.ssa Johanna Wollmann

Metis/Strauss per le persone operate

Le Maestre, allieve di Carla Strauss, che hanno tenuto in vita il suo metodo fino ad oggi, hanno continuato a dialogare con i terapisti di Metis in Cso Buenos Aires 64 D.

A dirigere la ricerca per la terapia degli esiti con il movimento, in Metis è stato chiamato Hubert Godard di Parigi.

Grande studioso del gesto e della percezione mentre la attuale direttrice Johanna Wollmann e le sue collaboratrici approfondiscono con Hubert la dinamica corporea, l’uso della percezione, della chinesfera, della emozione del gesto arricchendo i loro programmi di un sapere gestuale.