La relazione d'aiuto

Il primo motivo per cui una persona si reca in uno studio medico è per chiedere aiuto rispetto ad un disagio.

Di fronte allo specialista la persona diventa subito  “una/o paziente”.

Per Metis la persona è un tutt’uno con la sua storia, la sua emozione, le sue relazioni. Per questo creiamo una relazione che faccia sentire la persona più importante del suo sintomo.

Chi lavora in Metis  è uno/a specialista preparato/a in discipline mediche e psicologiche in continua ricerca del suo stato ottimale di equilibrio e in continuo confronto con i colleghi che hanno lo stesso approccio relazionale e una visione empatica olistica sincronica biosistemica.

In questo periodo pandemico  in cui è palpabile in curanti/curati il disagio indefinito di una esperienza di contagio, Metis lavora per rafforzare lo stato di equilibrio sia dei sanitari che delle persone curate, proponendo la riflessione per nuove proposte di benessere in remoto ed in presenza in spazi accoglienti e protetti (vedi focus sul dialogo terapeutico).

 

Dott.ssa Erica Villafranca

Dott.ssa Gabriella Galperti